Sentenze del Consiglio di Stato nn. 17 e 18 del 09.11.2021

Le recenti sentenze dell’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato nn. 17 e 18 del 09.11.2021 non hanno una diretta incidenza sulla concessione di cui di cui è titolare la Marina Cala Galera Circolo Nautico S.p.A. (di seguito, solo, la “Marina Cala Galera”), sotto diversi e concorrenti profili.

In primo luogo, dette sentenze si riferiscono alle concessioni con finalità turistico ricreative, mentre la concessione di cui è titolare la Marina Cala Galera  è una concessione per la nautica da diporto, non assimilabile alle prime, secondo il pacifico orientamento della dottrina e della giurisprudenza.  

In secondo luogo, dette sentenze hanno ritenuto l’illegittimità delle cc.dd. proroghe ex lege, automatiche e generalizzate delle concessioni con finalità turistico-ricreative, mentre la durata della concessione di cui è titolare la Marina Cala Galera, lungi dall’essere stata oggetto di una proroga, è stata, invece, rideterminata, emendandosi un errore iniziale, sulla base dei costi originari effettivamente sostenuti per la realizzazione dell’approdo per il diporto nautico.

In terzo luogo, dette sentenze hanno ritenuto l’illegittimità dei provvedimenti di proroga, siccome ricognitivi di un effetto prodottosi ex lege, mentre l’atto di rideterminazione della durata della concessione di cui è titolare la Marina Cala Galera è un vero e proprio provvedimento amministrativo, frutto dell’esercizio di un potere discrezionale il cui legittimo esercizio è ormai coperto da giudicato. Né rispetto all’intangibilità del giudicato formatosi sulla rideterminazione della durata della concessione di cui è titolare la Marina Cala Galera può invocarsi uno ius superveniens (cui è equiparabile la pronuncia di una sentenza interpretativa della Corte di Giustizia UE) di derivazione comunitaria. Tutte le pronunce della Corte di Giustizia UE menzionate nelle richiamate sentenze nn. 17/2021 e 18/2021 dell’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato sono anteriori alla pronuncia delle sentenze che, in prime cure, ed in appello, hanno definito favorevolmente per la Marina Cala Galera la controversia insorta con il Comune di Monte Argentario sulla legittimità della rideterminazione della durata della concessione.